Home / Fotografare paesaggi / Fotografia di paesaggi per dilettanti seri

Fotografia di paesaggi per dilettanti seri

Share on Facebook53Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Sono stato nella fotografia di paesaggi per un paio d’anni. E’ un hobby fantastico ed estremamente gratificante, ma ha anche un po’ di cose da apprendere. Mentre io non mi consideri nemmeno lontanamente un professionista in questa fase, ho appreso un paio di cose utili qua e la. Qui di seguito sono riportati alcuni suggerimenti che spero che chi sta appena agli inizi nel mondo della fotografia di paesaggi troveranno utili.

Perche si dovrebbero ricercare le location

Se si sta progettando un viaggio fotografico, allora e importante fare qualche ricerca in anticipo.Utilizzare Internet per trovare quante piu informazioni possibili sulla destinazione. Cercare di luoghi sono molto piu fotogenici in certe stagioni, mentre altri sembrano grandiosi tutto l’anno. Cercate di evitare il picco della stagione turistica in quanto, i luoghi affollati significano avere piupersone tra i piedi negli scatti.

Ci sono alcuni ottimi strumenti per aiutare a preparare il viaggio. Google Maps e Google Earth consentono di avere una buona idea di come esattamente le cose appariranno e, in alcuni casi, addirittura consentono di comporre le inquadrature degli scatti comodamente del tuo computer! Non tutte le localita hanno disponibili le viste dettagliate, ma almeno si puo avere un’idea approssimativa sui potenziali luoghi da visitare.

Un altro grande strumento per i fotografi di paesaggi e The Photographers Ephemeris. Questo software dira l’ora esatta dell’alba, del tramonto, del levarsi e del calar della luna in una qualsiasi data per qualsiasi localita del mondo. Non solo, ma mostrera anche la direzione che il sole e la luna avranno in quei momenti. Conoscendo esattamente dove sorgera o tramontera il sole, e possibile di conseguenza pianificare gli scatti.

Se state progettando un viaggio o uno scatto a livello locale, date un’occhiata alle foto che gli altri fotografi di paesaggi hanno fatto nella zona. Questo vi dara delle idee sui potenziali luoghi da fotografare, non andate semplicemente a copiare le loro foto, ma metteteci del vostro.

Fare qualche ricognizione Area

Una volta che il vostro viaggio e iniziato la ricerca non e ancora finita del tutto. Mentre Internet consente di pianificare e prepararsi per il viaggio, niente e meglio che stare sul posto per trovare i luoghi migliori da cui scattare fotografie. Esplorate la zona a meta della giornata, quando la luce e troppo forte per scattare foto. Fare questo consente di pre-visualizzare i vostri scatti e ottenere alcune composizioni in mente prima dello scatto vero e proprio. L’ultima cosa che si vuole fare quando la luce e giusta e cercare disperatamente di trovare delle buone composizioni.

Questa e la parte che richiede piu tempo ed e la piu noiosa di un viaggio fotografico, ma se non si ha una guida o non conoscete bene la zona, e un male necessario.

Ottenere la Grande Composizione

Una volta che avete trovato una buona posizione e ancora necessario decidere come comporre il vostro scatto. Questa e una cosa molto soggettiva ed e abbastanza difficile descrivere cio che rende una buona composizione e cosa no. Sembra che i migliori fotografi abbiano solo un buon occhio per uno scatto, una capacita innata di inquadrare una scena in un modo tale da coinvolgere lo spettatore e fare lo scatto dalla migliore angolazione. Ci sono regole su regole che potete seguire, ma alcune delle foto piu incredibili rompono queste regole quindi veramente si riduce a ogni singola foto.

Tuttavia, tenete a mente queste linee guida durante la composizione delle vostre foto:

  • Evitare il disordine. Includere nella cornice solo le cose che si desiderano presentare allo spettatore.Le migliori foto sono pulite e semplici. Se ci sono elementi indesiderati, come pali della luce, automobili, strade, edifici, ecc., provare una diversa angolazione per nasconderli alla vista. Le piccole cose possono essere clonate in un’elaborazione successiva, ma gli oggetti piu grandi distrarranno solo lo spettatore.

IMG_4890-1

Esempio di composizione semplice.

  • Includete l’interesse in primo piano. Non fate una foto di un tramonto e fate affidamento al cielo colorato per rendere la vostra foto interessante. Elementi di primo piano come le rocce, l’acqua, ecc. aiutano a bilanciare la foto e attirare anche lo spettatore nello scatto.

sunsetbeach

Una raccolta di rocce può dirigersi verso grande interesse in primo piano.

  • Le linee principali sono un ottimo modo per attirare l’occhio nella foto. Banchine, moli, e strade sono esempi ovvi, ma tenete d’occhio anche le interessanti formazioni rocciose.

IMG_3522_

Utilizzando le rocce per creare linee principali.

  • Evitate di collocare l’orizzonte o la messa a fuoco della fotografia in un punto morto. Utilizzate la regola dei terzi come guida nell’inquadrare lo scatto.

Non dimenticate di considerare tutto quanto detto sopra solo come linee guida. Le regole sono fatte per essere infrante!

Aspettare la luce

Una volta che il duro lavoro di ricerca e stato fatto, e ormai una questione di disporsi alla posizione scelta e attendere il momento giusto per cliccare l’otturatore. Cioe quando le cose vanno fuori dal vostro controllo e siete completamente dipendenti da Madre Natura.I momenti migliori per scattare le foto sono le ore intorno all’alba e al tramonto, comunemente denominate dai fotografi Le Ore D’Oro, in quanto queste sono quando la luce e al suo meglio.

Durante il giorno, al di fuori di queste ore, la luce e di solito troppo forte e piatta, e di conseguenza colori sbiaditi e fotografie noiose. Naturalmente ci sono le eccezioni, ma la maggior parte delle foto di paesaggi di buona qualita sono state scattate entro le ore d’oro. Una volta che avete realizzato lo scatto, e solo una questione di attendera la luce. Piu facile a dirsi che a farsi! Alcuni giorni (in effetti molti giorni), Madre Natura proprio non vuole giocare a palla e l’alba spettacolare o il tramonto che state aspettando non si conclude mai. Questo e, a mio avviso, la cosa piu difficile della fotografia paesaggistica, non importa quanto impegno mettete nella pianificazione e preparazione, non importa quanto e buona la vostra attrezzatura e non importa quanto siete abili come fotografi, se la luce non e giusta allora non sara possibile ottenere delle foto buone.

In quei giorni e dura prendere a tornare a mani vuote dopo essersi alzati alle 4 del mattino per uno scatto all’alba, non e mai divertente, ma quando le cose si riconciliano quei giorni, vengono rapidamente dimenticati. Non c’e sensazione migliore per un fotografo di paesaggi di quando la luce e buona e catturate quei momenti magici con la vostra fotocamera.

IMG_5695

E ‘valsa la pena quando tutto viene insieme.

Tipi di illuminazione

Ci sono diversi tipi di illuminazione, secondo dove e il sole. Il tipo di illuminazione che si utilizza a volte e dettato dalla scena che state cercando di catturare, ma altre volte vengono offerte una varieta di scelte compositive e quindi d’illuminazione. E generalmente accettato che il lato d’illuminazione, dove il sole viene sia da sinistra o destra che dritto alla fotocamera e la piu desiderabile per i paesaggi. Cio e dovuto al contrasto tra luce e ombra causato dalla luce direzionale che aggiunge profondita alle vostre foto. Tuttavia anche l’illuminazione frontale e posteriore, dove si scatta direttamente rispettivamente, da o verso il sole, puo produrre delle belle foto. Io tendo a scattare direttamente verso il sole, in un sacco di mie foto in quanto trovo che generalmente e la direzione in cui si verificano i colori piu intensi. Per fare questo e meglio aspettare fino a quando il sole sia molto basso nel cielo o sotto l’orizzonte per evitare un bagliore nell’obiettivo. Con il sole alto nel cielo, l’illuminazione laterale e l’approccio migliore.

IMG_6975_

Lato-illuminazione qui produce lunghe ombre aggiungendo forme e texture per la foto.

 

IMG_5072c

IMG_1528b_

Ingranaggio

Una delle cose che mi chiedono molto, soprattutto da parte dei non-fotografi, e quale fotocamera e obiettivo uso. Per me e una domanda un po’ strana, e un po’ come chiedere a un pittore che marca di pennelli usa, o a un costruttore che tipo di martelli, ma suppongo che sia comprensibile. Il fatto della questione e la fotocamera e gli obiettivi non fanno una grande differenza in termini del risultato finale. Si, e vero che le fotocamere di alto livello producono immagini ad alta risoluzione con meno rumore, gli obiettivi costosi offrono immagini leggermente piu nitide, ecc., ma a meno che non si stanno facendo enormi stampe o una mostra di pixel, essi non sono cosi importanti. Per la cronaca, io attualmente uso una Canon 40D e gli obiettivi che uso piu spesso sono il mio Sigma 10-20 e Tamron 17-50. Tuttavia alcuni dei miei primi scatti sono stati fatti con una Canon 350D che ha caratteristiche molto piu basse rispetto a qualsiasi fotocamera di livello base oggi disponibile, ma produce ancora risultati piu che accettabili.

IMG_7044_

Un treppiede e un pezzo essenziale dell’attrezzatura per il fatto che saranno effettuati molti scatti in condizioni di scarsa luce, con conseguenti tempi di posa troppo lenti per tenere la fotocamera in mano. Altri vantaggi di un treppiede comprendono il fatto che consente di impostare e comporre uno scatto in anticipo, e anche la capacita di inquadrare le vostre esposizioni (facendo piu scatti della stessa scena con esposizioni diverse).

Raggruppare le esposizioni e importante quando non e possibile catturare l’intera gamma di luce in un solo scatto. Ad esempio, all’alba e al tramonto il cielo e di solito piu luminoso del primo piano. Spesso la differenza di luminosita e troppo per la macchina fotografica da catturare cosi vengono fatti dei compromessi. O sono mantenute le ombre a scapito del punto piu luminoso o viceversa in entrambi i casi alcuni dettagli si perdono.

Prendendo le esposizioni multiple della stessa inquadratura, e possibile utilizzare le tecniche di post-processing come l’HDR o l’esposizione di fusione per fondere le vostre esposizioni di nuovo in una e per questo e essenziale che la fotocamera non si muova fra gli scatti ed e per questo che un treppiede e molto importante. Quasi tutti i DSLR avranno l’opzione dell’Auto Esposizione raggruppata (AEB), che puo essere attivata tramite i menu.

A lookout on Waiheke Island.

Una immagine HDR generata utilizzando 3 esposizioni.

Di gran lunga i pezzi piu apprezzati dell’equipaggiamento sono i miei filtri – in particolare i filtri a densita neutra graduata (GND). I filtri GND sono filtri rettangolari che sono per meta chiari e per meta scuri, con una transizione graduata in mezzo. La parte scura e neutra in termini di colore e il suo scopo e quello di ridurre l’intensita della luce in quella parte dell’immagine (di solito il cielo).

Essi sono disponibili in diverse potenze (che vanno da 1-stop a 4-stop) e sono disponibili anche nella varieta di contorni morbidi e di contorni netti. Quelli morbidi hanno una linea di transizione piu graduale e sono piu adatti quando il primo piano si sovrappone con il cielo (per es. montagne), mentre quelli netti hanno una linea di transizione piu brusca e le scene complete, dove il primo piano e il cielo non si sovrappongono molto.

Io uso i filtri GND in quasi tutte le mie foto di alba/tramonto, con il 3- e il 4-Stop, quello dai contorni netti e il piu utilizzato. Questi filtri bilanciano la differenza di intensita tra il cielo e il primo piano e mi permettono di catturare la maggior parte degli scatti in una sola esposizione senza aver bisogno di utilizzare l’HDR o l’esposizione di fusione. Trovo che sia molto piu soddisfacente per catturare un’immagine nella fotocamera, piuttosto che dover trascorrere piu tempo davanti al computer per ottenere il risultato che voglio.

gnd_filters

Filtri GND. Hard-edge (a sinistra), soft-edge (a destra).

IMG_1697b_

A 3-stop filtro GND hard-edge equilibra il cielo luminoso e più scuro in primo piano.

Un altro filtro che uso e un polarizzatore circolare (CPL). I due usi principali di un filtro CPL sono per ridurre i riflessi (di solito dall’acqua) e per migliorare la saturazione dei colori (ad esempio, cieli blu, foglie di autunno). Questo e un filtro che non puo essere replicato nel post-processing.

IMG_0496_

Un filtro CPL in grado di massimizzare i colori delle foglie d’autunno.

L’ultimo tipo di filtro che uso e un filtro solido a densita neutra (ND). Questo e diverso da un filtro GND in quanto l’intero filtro e scuro e il suo scopo e ridurre la quantita di luce attraverso l’intera immagine piuttosto che solo una parte di essa. Un filtro ND e in genere utilizzato per ottenere una velocita dell’otturatore piu lenta di quella che la luce normalmente permetterebbe. Questo e particolarmente utile per gli scatti dell’acqua che scorre, dato che la velocita dell’otturatore e piu lunga dando all’acqua quell’aspetto liscio ed etereo che a molti fotografi piace.

I filtri ND sono disponibili in varie potenze essendo il piu comune a 3-stop (questo riduce la quantita di luce che colpisce il sensore 8 volte). Tuttavia sono disponibili anche quelli molto piu potenti, come il B + W ND110. Questo filtro ha una potenza di 10-stop, riducendo la quantita di luce di 1000 volte! Questi potenti filtri ND offrono alcune opportunita creative per scattare in condizioni di illuminazione che normalmente sarebbero troppo dure per la fotografia di paesaggio, soprattutto quando ci sono nuvole che si muovono rapidamente o acqua che scorre.

IMG_0801_

Lago Hayes, Queenstown. Catturato con un filtro ND 10-stop in piena luce.

IMG_5674_2_ Usando un filtro ND 10 stop al sorgere del sole permette lunghe esposizioni

Post-processing (post elaborazione)

Dato che ho scattato tutte le mie foto in modalita RAW, esse devono essere trattate in un modo o nell’altro. Le immagini RAW sono, come suggerisce il nome, allo stato naturale, informazioni non elaborate che la fotocamera ha catturato. Questo e in contrasto con gli scatti in modalita JPEG dove la fotocamera converte automaticamente l’immagine RAW in un file JPEG ed esegue il post-processing (come la nitidezza, la saturazione, il contrasto, ecc.) per voi. Quando le persone si vantano delle loro foto che sono direttamente fuori dalla fotocamera o intatte in genere significa che essi scattano in modalita JPEG e lasciano che la fotocamera esegua l’elaborazione delle loro foto per loro. Mentre e certamente una scelta conveniente, e una necessita per alcuni tipi di fotografia in cui sono richiesto tempi di risposta rapidi, penso che sia meglio fare da se il controllo di questa elaborazione.

Il vantaggio principale di scattare in modalita RAW e che avete piu informazioni su cui lavorare. Una volta che l’immagine viene convertita in formato JPEG molte informazioni vengono scartate e non possono piu essere recuperate, mentre un file RAW contiene ogni singolo pezzo di informazione che la fotocamera non e in grado di catturare. Questo vi da piu margine di manovra per effettuare le regolazioni dell’esposizione e significa anche che e possibile elaborare lo stesso file in diversi modi. Questo puo essere utile quando le tue abilita di post operazione migliorano (o nuovi software di tecniche diventano disponibili) e si desidera rielaborare vecchie foto. I file RAW sono a volte indicati come negativi digitali.

La quantita di post-processing che fate e una scelta personale. Alcune persone preferiscono fare un trattamento minimo, come uno sharpening (nitidezza), riduzione del rumore e miglioramenti minori per contrastare, le curve e la saturazione. Altri preferiscono usare piu di una licenza artistica per dare alle loro foto un aspetto surreale (questo e particolarmente vero per molti appassionati di HDR). Personalmente preferisco lasciare che sia la luce naturale a parlare piuttosto che sopraffarla con il post-processing. Tuttavia, quando la luce naturale e media per cominciare o in seguito a un aspetto diverso, allora posso sperimentare diverse tecniche di elaborazione. La maggior parte dei miei scatti cadrebbero nella categoria minima di post-processing.

IMG_9208b

Buona luce significa  minimo  post-processing.

IMG_2026_4_5b

Ottenere più creativita con il post-processing.

Concludendo

Fare delle buone foto di paesaggio e abbastanza facile piu di quanto pensate. Bisogna solo essere al posto giusto al momento giusto, e conoscere alcune tecniche di base per catturare la scena. La cosa piu importante e quella di uscire spesso e scattare fotografie. Il modo migliore per imparare e quello di commettere errori, ma non dimenticate di divertirvi mentre lo state facendo!

Share on Facebook53Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someone

5300Sono stato nella fotografia di paesaggi per un paio d’anni. E’ un hobby fantastico ed estremamente gratificante, ma ha anche un po’ di cose da apprendere. Mentre io non mi consideri nemmeno lontanamente un professionista in questa fase, ho appreso un paio di cose utili qua e la. Qui di seguito sono riportati alcuni suggerimenti che spero che …

Review Overview

User Rating: Be the first one !
0

Su Stepanenco Alexandru

Lascia un commento

Scroll To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: