Home / Macrofotografia / Macrofotografia del giardino: suggerimenti per scattare splendide foto a casa

Macrofotografia del giardino: suggerimenti per scattare splendide foto a casa

Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someone

La macrofotografia apre un intero nuovo mondo di opportunità per catturare immagini accattivanti, e la fine dell’estate o l’inizio dell’autunno è un ottimo momento per avvicinarti ai tuoi soggetti.

Broom - Cytisus scoparius - close-up of seed pod. Scotland. June 2006

La grande sorpresa è che non devi andare lontano per trovare soggetti interessanti . Puoi trascorrere ore a fotografare fiori, piante e piccoli animali nel più piccolo dei giardini, e una volta che ci avrai messo gli occhi non mancherà materia su cui concentrarsi.

Il kit ideale per la macrofotografia del giardino è composto da uno speciale macro obiettivo con una lunghezza focale all’incirca tra 50mm a 200mm, ma ci sono anche un paio di alternative a basso costo e molto efficaci.

Gli anelli di estensione non contengono elementi ottici, ma sono semplicemente tubi cavi che si adattano tra la fotocamera e l’obiettivo, e che consentono alla lente di mettere a fuoco molto più vicino e quindi aumentare l’ingrandimento.  Gli anelli di estensione sono disponibili in varie dimensioni, e utilizzati in combinazione con un teleobiettivo corto, cosa che ti avvicinerà all’azione.

Potresti anche usare filtri close-up, che avviterai sulla parte anteriore della lente per permettere una più stretta messa a fuoco.  La qualità dell’immagine può essere ridotta, ma questi filtri sono ancora un ottimo modo per iniziare la macrofotografia.

Il lavoro della macrofotografia richiede un controllo molto preciso sulla messa a fuoco, la composizione, l’inquadratura e l’illuminazione. Piccoli aggiustamenti sulla posizione della fotocamera possono creare una grande differenza per l’immagine, quindi dovresti sempre utilizzare un treppiede.

È possibile tenere in mano la fotocamera, e in alcuni casi può essere un vantaggio farlo, quando ti avvicini lentamente a un insetto che riposa ad esempio, ma nella maggior parte di casi un solido supporto è un vero aiuto quando si tratta di inquadrare e mettere a punto la messa a fuoco e la composizione.

Macrofotografia del giardino03_

La qualità dell’illuminazione è fondamentale. Morbida, il tempo leggermente nuvoloso spesso è il migliore, perché abbassa il contrasto, riducendo ombre marcate e luci brillanti che possono maschere i dettagli nel soggetto.

La retroilluminazione è efficace anche per i soggetti semi- traslucidi quando vengono fotografati contro uno sfondo scuro, come nel nostro scatto di sorprendete apertura.

Evita però la forte, luce diretta, perché ti darà solo un colore sbiadito.  Invece, modifica la luce del sole utilizzando un diffusore bianco traslucido, che lancerà una luce più morbida sul soggetto per ottenere risultati più naturali.

Forse l’aspetto più importante della macro fotografia è un’accurata messa a fuoco.  Durante gli scatti di primi piani, la quantità di soggetto che sarà completamente a fuoco, anche con piccole aperture (quando la profondità di campo è maggiore) sarà ancora molto poca.

Eventuali errori di messa a fuoco saranno quindi evidenti nella foto finale e indubbiamente rovineranno lo scatto.

Stringi la messa a fuoco

Per la maggior parte dei macro scatti dovresti cercare di focalizzarti sulla parte più importante del soggetto, come l’occhio di un insetto o la parte di un fiore che è più interessante.

Non impicciarti troppo per mettere a fuoco l’intero soggetto. Invece prova a scattare con la massima apertura del tuo obiettivo  (come f/4).

Questo creerà una profondità di campo molto stretta, in modo che solo una piccola parte del soggetto sia a fuoco.  Questo è ottimo per fotografie di fiori, con un focus morbido si crea un bellissimo effetto ‘sogno’ e una miscela di colori.

Per ottenere i migliori risultati, lavora vicino al soggetto, anche perché questo riduce ulteriormente la profondità di campo e enfatizza la sfocatura.

3 modi per migliorare le foto in primo piano

Macrofotografia del giardino04_

 

Prediti tempo per cercare esemplari perfetti

Fotografare da vicino significa che eventuali imperfezioni o difetti saranno enfatizzati e rovineranno diversamente un buono scatto.  Prenditi del tempo per cercare i migliori esemplari del tuo soggetto e controllali attentamente nel mirino prima di scattare la foto.

Macrofotografia del giardino05_

Mantieni le cose stabili

Utilizza un treppiede per tenere ferma la fotocamera e ridurre il rischio di sfocatura dovuto alle vibrazioni della fotocamera.  Un treppiede ti aiuterà a definire con cura lo scatto e ti permetterà di cercare intorno alla cornice delle distrazioni.  È prezioso anche per una precisa messa a fuoco.

Macrofotografia del giardino06_

Ottimizza l’illuminazione

Macro scatti di successo si basano sulla registrazione di precisi dettagli, cosa che è determinata dalla luce. La luce data dal tempo nuvoloso è l’ideale, ma considera anche la retroilluminazione e la luce morbida della mattina presto o del tardo pomeriggio.  Controlla la luce diretta con un diffusore,  o getta un’ombra sul tuo soggetto.

Perché dovresti passare alla modalità manuale

Macrofotografia del giardino01_

Ci sono vari modi per mettere a fuoco un macro scatto. La scelta più ovvia è la messa a fuoco automatica (AF), ma ci sono diversi svantaggi nell’utilizzarla per la macrofotografia.

Il principale è che è importante avere il pieno controllo del punto esatto della messa a fuoco, e in un raggio così vicino AF manca di questo controllo e tende a cercare intorno per mettere a fuoco, soprattutto con un basso contrasto, in situazioni di bassa illuminazione.

Per questa ragione è meglio passare alla messa a fuoco manuale (MF). Per una maggiore precisione, usa MF in combinazione con la modalità ‘Live view’ (vedi pagina 64), che ti permette di ingrandire il soggetto sullo schermo fino a 10x.

Un’ alternativa è quella di pre-focalizzare l’obiettivo a una distanza impostata utilizzando una messa a fuoco manuale e quindi spostare gradualmente la fotocamera in avanti, con l’occhio nel mirino, finché il soggetto sarà a fuoco.

Suggerimenti per migliorare la qualità delle macro fotografie

Alzati presto

Ci sono molte ragioni per scattare macro fotografie nelle prime ore del giorno. L’aria è più fresca, così gli insetti sono meno attivi, rendendoli più facili da avvicinare, c’è spesso poco vento o non c’è proprio, così puoi scattare con tempi di scatto più lenti e ISO più basse, e la luce è più morbida e più calda.

Usa un polarizzatore

Quando fotografi fogliame riflettente o bagnato, usa un filtro polarizzante per aggiungere un tocco alla fotografia e saturare completamente i colori riducendo l’abbagliamento. Un polarizzatore ridurrà l’esposizione di circa due stop, avrai quindi bisogno di utilizzare un treppiede dato che stai lavorando con una bassa velocità di scatto.

Massimizza la nitidezza

Per ottimizzare la messa a fuoco sul soggetto, posiziona il retro della fotocamera in modo che sia parallela alla parte più importante del soggetto, ad esempio l’ala di una farfalla o di una libellula, mantenendoti così sullo stesso piano di messa a fuoco.

Varia l’apertura

Utilizza il pulsante anteprima della profondità di campo o Live View  per controllare quanto il soggetto e lo sfondo siano a fuoco con l’apertura impostata che stai utilizzando.  Scatta la stessa foto utilizzando aperture diverse  e poi successivamente scegli quella che più ti piace.

Sorgente: http://www.digitalcameraworld.com Traduzione: Angela De Angelis
Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someone

000La macrofotografia apre un intero nuovo mondo di opportunità per catturare immagini accattivanti, e la fine dell’estate o l’inizio dell’autunno è un ottimo momento per avvicinarti ai tuoi soggetti. La grande sorpresa è che non devi andare lontano per trovare soggetti interessanti . Puoi trascorrere ore a fotografare fiori, piante e piccoli animali nel più …

Review Overview

User Rating: Be the first one !
0

Su Angela De Angelis

Ciao a tutti sono Angela De Angelis! Ho 26 anni e sono laureata in lingue e letterature straniere. Mi piace molto la fotografia, anche se non sono molto brava con la macchina fotografica! Solitamente le foto le faccio scattare dai miei amici e le tengo tutte nella mia camera, sono un ricordo di una gita, un viaggio o una semplice chiacchierata al bar. Ma mi ricordano che ogni scatto rappresenta un momento memorabile della mia vita...

Lascia un commento

Scroll To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: